La scuola è finita…che peccato!

fine scuolaLa scuola è finita… che peccato! E’ ciò che mi ha detto mio figlio in questi giorni rispetto ad un evento, invece, molto atteso da altri bambini!

Durante l’ultima riunione della 4°classe abbiamo completato la lettura del libro “educazione e insegnamento fondati sulla conoscenza dell’uomo” di Rudolf Steiner. Ve ne riporto degli stralci: Dobbiamo passare alla vita diretta e tutto quello che vogliamo portare a scuola ci deve sostenere e vivificare. Per questo un vero insegnamento non può diventare noioso. Se un insegnamento è noioso, questo deve essere ammalato e noi ci dovremmo chiedere “che cosa ci manca in realtà, se l’insegnamento annoia il bambino?”…..Ciò che oggi agisce nel peggiore modo nella scuola è il dottore; dobbiamo superarlo, dobbiamo superare il sapere dotto, intellettuale, perché coi bambini giungiamo a dei risultati per il fatto di essere uomini, non di saper pensare… 

Credo che la nostra esperienza abbia dei messaggi significativi rispetto a noioso e a essere…Mi piace l’idea di condividerla, perchè è stata BELLA! E credo che abbiamo tanto bisogno di situazioni POSITIVE…

Caspita come è passato veloce questo anno scolastico!  Mi sembra ieri quando vivevo ed esprimevo i dubbi e anche le certezze che ci hanno guidato nel SCEGLIERE DI CAMBIARE scuola ai nostri figli…

Continua a leggere

La scuola Steineriana: un sogno!

Sogni un luogo a misura di bambino e scopri che esiste!

Come vi scrivevo nel precedente articolo (clicca qui per leggerlo) ho vissuto un periodo di sfiducia  nei confronti della scuola, che ha guidato le mie energie nello sforzo di trovare una soluzione.
Questo articolo ha lo scopo di dare la possibilità anche ad altri genitori di trovare ciò che stanno cercando…

Continua a leggere

Genitori e scuola.

la settimana scorsa sono stata a scuola per l’incontro con i maestri e ritiro della pagella.

E’ stata un esperienza frustrante…

Ho due bambini, uno frequenta la 1° elementare e l’altro la 3°, le due riunioni si svolgevano contemporaneamente, quindi, non avendo ancora il dono dell’ubiquità, ho scelto di iniziare con la 1° elementare. Comunque mi considero fortunata rispetto ad altre mamme che hanno 3 figli, io avrei potuto organizzarmi meglio portandomi il marito, loro avrebbero dovuto chiedere anche al nonno!

Continua a leggere